Non solo l’oro si presenta come una riserva di valore universale, ma ha storicamente attirato gli investitori per la sua naturale scarsità.  Le criptovalute e le innovazioni tecnologiche portano una potenziale concorrenza all’oro, ma il metallo prezioso sfrutta una lunga storia di valore monetario che nient’altro può rivaleggiare. 

Adesso parliamo un po della storia economica dell’oro.. Il baratto rappresentava il primo metodo di scambio di valore. Più tardi, tra il 9.000 e il 6.000 a.C., le prime società si scambiarono bestiame e altro bestiame come forma di denaro.  Intorno al 1.200 a.C., le comunità situate nell’odierna Cina cominciarono ad usare le conchiglie di cowrie come mezzo di scambio. Più tardi, i primi esseri umani adattarono il concetto di guscio di cowrie alle monete di bronzo e rame.  Più tardi, intorno al 500 a.C., altre società del mondo adottarono la moneta di metallo prezioso, che includeva oro e argento. A causa della scarsità geologica dei metalli preziosi, era più facile per le prime civiltà scambiare beni e servizi di valore sostanziale. Nessuna nazione mette in dubbio il suo valore, e in tempi di caos e incertezza, il metallo prezioso forniva una sana dose di fiducia e stabilità.

Ancora oggi, le banche centrali di tutto il mondo detengono una parte della loro ricchezza in oro. L’oro rappresenta un eccellente indicatore dell’inflazione. Poiché l’offerta di oro e il suo tasso di produzione sono limitati, un afflusso di valuta a cui l’oro viene paragonato vedrà il metallo aumentare di valore relativo. La maggior parte è generalmente d’accordo sul fatto che l’oro ha un valore intrinseco. Ma l’oro esiste da così tanto tempo e quindi questo minerale perderà il suo valore? Si potrebbe sostenere che l’argento è più prezioso dell’oro perché i suoi attributi fisici (come la conduttività) lo rendono indispensabile nel nostro mondo tecnologicamente avanzato. O che dire del platino? È molto più raro dell’oro, eppure il mercato valuta il platino con uno sconto di circa il 31% rispetto al metallo giallo. Razionalmente, il platino dovrebbe essere scambiato con un premio più alto, ma non è così. La precoce accettazione universale della scarsità dell’oro ha incentivato i poteri dominanti nel corso della storia umana a modulare la sua acquisizione e distribuzione.

Il record olistico dell’oro non è solo di scarsità razionale, ma di manipolazione deliberata. Per dirla semplicemente, tutti noi riconosciamo il valore intrinseco dell’oro. Ma quanto di questo riconoscimento sia un sottoprodotto dell’ingegneria sociale a lungo termine, è aperto al dibattito?

Adesso andiamo a vedere i pro e contro dell’investimento in oro…. Come categoria d’investimento, l’oro (specialmente l’oro fisico) offre una valida alternativa alle azioni e alle criptovalute. Per prima cosa, l’oro è “reale” nel senso che è improbabile che vada mai a 0.  Con un track record di oltre 5.000 anni, non troverete un’altra asset class come questa. Allo stesso tempo, nessun investimento è senza rischi. Ecco alcuni pro e contro da considerare. I Pro sono: sicurezza contro l’inflazione:  Probabilmente la ragione più importante per investire in oro è la sua copertura naturale contro l’inflazione. Come sapete, le banche centrali possono teoricamente “stampare” tutto il denaro che vogliono. Tuttavia, la quantità di oro in superficie è incredibilmente scarsa. Inoltre, la quantità estratta ogni anno non fluttua in modo significativo. Se una banca centrale stampa più moneta, l’oro aumenterà semplicemente di valore per preservare il suo valore rispetto a quello della moneta.  All’inizio degli anni ’90, la valuta dell’Unione Sovietica è diventata senza valore da un giorno all’altro. Poiché l’impero comunista è crollato, il denaro emesso dallo stato non aveva più alcun valore.

Se aveste l’oro, potreste non preoccuparvi di un azzeramento o di un crollo della valuta, perché il metallo prezioso è essenzialmente il punto di riferimento universale del valore. Ed ecco invece i Contro potenziali di crescita limitati:  A differenza delle azioni di una società che rappresentano il capitale di un’impresa commerciale, l’oro è solo oro. Senza un catalizzatore negativo come una crisi valutaria o i timori di un’inflazione dilagante, il bene prezioso non offre molti incentivi. Inoltre, non aiuta il fatto che l’oro ovviamente non renda nulla passivamente. Non è una copertura sociale:  Mentre l’oro fornisce una copertura contro l’inflazione, non protegge contro gravi fratture sociali. Per esempio, quando la pandemia ci ha colpito per la prima volta, la carta igienica rappresentava la merce più ricercata, non l’oro.

Questo solleva anche la questione filosofica che se la società si scioglie e quindi il denaro di qualsiasi mezzo potrebbe non avere molto significato. L’oro gioca un ruolo significativo nel regno finanziario. Tuttavia, potreste essere sorpresi di sapere che l’oro come investimento rappresenta solo la più grande fonte di domanda. Infatti, l’investimento e la domanda delle banche centrali combinati non raggiungono ancora la più principale e grande fonte di domanda. Quando si chiede perché l’oro è prezioso, la risposta è probabilmente adornata sul nostro corpo da qualche parte: i gioielli. Rappresentando il 48,5% della domanda globale di oro per industria nel 2019, l’interesse dei consumatori per i gioielli ha contribuito maggiormente all’aumento generale dei prezzi del metallo prezioso.  È interessante notare che, attraverso la deduzione logica, questa dinamica suggerisce che la maggior parte dell’oro mai estratto esiste ancora in una forma facilmente accessibile. Come ulteriore prova, solo il 7,5% della domanda globale di oro proviene dall’industria tecnologica.

E continuando andiamo a parlare della rilevanza dell’oro…. L’oro è una delle materie prime più rare, e ne estraiamo solo circa 2.500-3.000 tonnellate metriche per alimentare la crescente domanda globale. Al contrario, secondo il Board of Governors of the Federal Reserve System, la massa monetaria M2 ammonta attualmente a oltre 19,4 trilioni di dollari, in crescita del 26% rispetto all’anno precedente. È facile “fabbricare” moneta per adattarsi alle varie politiche monetarie. Ovviamente, lo stesso non si può dire per l’oro. L’oro non è solo una riserva di valore, ma un punto di riferimento costante. Non si può aumentare arbitrariamente la sua offerta, il che significa che strumenti monetari come le banche a riserva frazionaria sono semplicemente fuori questione. Questa purezza di valutazione è uno dei motivi per cui gli investitori preferiscono la stabilità universale dell’oro.

È infine andiamo a parlare dei migliori broker di oro…. Anche se pochissimi consulenti finanziari consiglieranno ai loro clienti di andare completamente nell’oro, il bene prezioso ha un posto in un portafoglio diversificato.  Dato che non si sa cosa ci aspetta dopo questa pandemia senza precedenti, la provenienza storica dell’oro offre un sostanziale grado di fiducia.

Attraverso la sua storia come denaro, attraverso i millenni, le società moderne riconoscono ancora oggi l’oro come una riserva di valore e un simbolo di potere e influenza sociale.  Anche se non scambiamo più il metallo prezioso come moneta, è ancora vitale come piattaforma di investimento e come punto di riferimento della salute economica. Anche se non è privo di rischi, l’oro fornisce una misura di fiducia che probabilmente nessun’altra classe di attività può fornire.

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: