Oggi andiamo a parlare di un accessorio in metallo prezioso molto antico, esso è il più antico oggetto d’oro mai trovato nel sud-ovest della Germania. Più nello specifico : una spirale d’oro trovata nel sud-ovest della Germania.

Parliamo della sua storia : Dalla composizione chimica dell’anello d’oro, si evince che ha avuto origine in Cornovaglia, Inghilterra, e probabilmente ha viaggiato in Germania attraverso una vasta rete commerciale.

Gli archeologi vicino a Tubinga, in Germania, hanno scoperto il più antico manufatto d’oro mai trovato nella regione. Come riferisce Owen Jarus per Live Science, un team guidato da Raiko Krauss dell’Università di Tubinga e Jörg Bofinger dell’Ufficio statale del Baden-Württemberg per la gestione del patrimonio culturale, ha portato alla luce l’anello a forma di spirale mentre scavava una tomba dell’età del bronzo di 3.800 anni lo scorso autunno. La proprietaria della tomba, una giovane donna che aveva circa 20 anni quando morì, potrebbe aver usato il filo d’oro come accessorio per capelli. I ricercatori hanno pubblicato i loro risultati nella rivista Praehistorische Zeitschrift il 21 maggio. “I ritrovamenti di metalli preziosi di questo periodo sono molto rari nella Germania sud-occidentale”, notano gli autori dello studio in un comunicato. “… Il ritrovamento dell’oro del distretto di Tubinga è la prova che i gruppi culturali occidentali, come la Gran Bretagna e la Francia, hanno acquisito una crescente influenza sull’Europa centrale nella prima metà del secondo millennio [a.C.]”.

Secondo la dichiarazione, i metallurgici hanno lavorato la spirale in una lega d’oro che conteneva circa il 20% di argento, meno del 2% di rame e tracce di platino e stagno. Nelle parole dell’History Blog, l’ornamento “ricorda fortemente un nido di fettuccine”. Il team ipotizza che gli artigiani dell’Età del Bronzo hanno creato il metallo da una lega d’oro naturale acquisita con la pesca nei fiumi. Secondo lo studio, la composizione dell’oggetto indica la sua probabile origine vicino al fiume Carnon in Cornovaglia, in Inghilterra.

In confronto, nota Heritage Daily, la maggior parte degli artefatti d’oro antichi trovati nella regione hanno legami con i depositi di metallo nell’Europa sud-orientale, non in quella nord-occidentale. La presenza dell’insolita spirale indica l’esistenza di una vasta rete commerciale dell’età del bronzo, con gruppi culturali occidentali che esercitavano una crescente influenza sull’Europa centrale durante la prima metà del secondo millennio a.C. In base alla datazione al radiocarbonio, la proprietaria dell’anello d’oro è stata sepolta tra il 1850 e il 1700 a.C. Il team ipotizza che fosse una persona di alto status sociale, dato che tali oggetti di lusso di valore non erano comuni durante l’età del bronzo. Krauss dice a Live Science che le ossa della donna non hanno mostrato prove di lesioni o malattie, quindi i ricercatori non sono stati in grado di determinare la causa della sua morte.

Al di fuori della spirale, che è stata trovata nascosta dietro i resti all’altezza dell’anca, la tomba non conteneva alcun oggetto di culto. La giovane donna stessa era sepolta in posizione fetale, con il corpo rivolto a sud. Anche se il manufatto è relativamente raro, non è certo l’unica spirale d’oro dell’età del bronzo scoperta nell’Europa centrale o settentrionale. Nel 2015, gli esperti hanno scoperto circa 2.000 spire altrettanto antiche nella città danese di Boeslunde. Realizzata con filo d’oro sottile come un capello, ogni spirale misurava circa un pollice di lunghezza. “Forse le spirali sono state attaccate a corde che sono servite come una piccola frangia su un cappello o un parasole”, ha detto il curatore del Museo Nazionale di Danimarca Flemming Kaul in una dichiarazione del 2015, come citato dal Local Denmark. “Forse sono stati intrecciati nei capelli o sono stati ricamati sul vestito. Il fatto è che non lo sappiamo, ma tendo a credere che facessero parte del costume o del copricapo di un re sacerdote.”

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: