Fondata nel 1963, la visione estetica e la finezza tecnica dell’artista danese Arje Griegst fecero germogliare gioielli di lusso, candelabri, sculture e oggetti d’arte vivi, con silhouette distintive, gemme preziose e chic quasi psichedelico ed eterno. Ispirati dalla mitologia greca, romana e norrena e dai loro elementi classici di terra, acqua, fuoco, aria, luce, oscurità e spirito, i pezzi della casa Griegst sono a spirale, cesellati, incisi o incastonati con una vasta gamma di gemme e firme artistiche inimitabili. Scolpiti minuziosamente in cera, poi fusi con il metodo della cera persa, i gioielli di Griegst in oro 18 carati sono stati progettati per vivere comodamente sul corpo umano. I suoi vassoi in argento sterling, i candelabri e i lampadari in bronzo, anch’essi realizzati con metodi proprietari a cera persa, sono stati a lungo apprezzati dai collezionisti per la loro grazia naturalistica e scultorea e la loro presenza indimenticabile

Nato nel 1927, Griegst è morto nel 2016. I suoi gioielli, l’illuminazione, il vasellame e altri design sono ora tornati in produzione grazie a suo figlio, Noam, un noto fotografo e regista. Mentre la rinascita di Griegst è alimentata anche dalla vedova dell’artista, Irene, che è un maestro orafo a pieno titolo, alcuni degli stessi gioiellieri che hanno iniziato la loro carriera fabbricando per Griegst si sono riuniti nell’atelier per promuovere il patrimonio della casa sotto la direzione di Noam. Per completare la resurrezione, Noam e sua moglie Amalie, hanno recentemente aperto una boutique/showroom Griegst a Copenhagen, proprio di fronte al teatro Royal Danish Ballet nel quartiere di Kongens Nytorv. Vista interna dello showroom/boutique di gioielli Griegst a Copenhagen, Danimarca.

Inoltre le visite private di questo showroom possono essere organizzate tramite il modulo di contatto sul sito web di Griegst. Mentre lo spazio simile a una galleria espone e vende una gamma di gioielli, candelabri, vassoi e altri pezzi, la boutique/showroom di Griegst è anche il luogo dove collezionisti, stilisti e acquirenti privati di gioielli vengono a fare ordini su misura. Illuminata da lampadari fantasticamente scolpiti e abitata da altre meraviglie della sua immaginazione massimalista, l’opera di Griegst comprende candelabri in bronzo che incarnano figure metà umane e metà di quercia; anelli Wave da 18 carati a forma di mareggiate dorate sormontate da perle di Tahiti, e vassoi in argento sterling dall’aspetto liquido che si spiegano come onde dell’oceano. Poi ci sono i fiori super fiorenti dell’artista: ciondoli d’oro e perlati sono centrati con opali che sono intagliati a mano con volti umani che sembrano essere in un sonno onirico o sono in estasi? Il figlio del maestro gioielliere di origine lituana Barukh Shlomo Griegst, Arje Griegst è cresciuto nella classica tradizione europea dello studio delle belle arti e dell’apprendistato presso i maestri artigiani. (La menorah in argento sterling di Barukh, influenzata dall’Art Nouveau, risiede nella collezione permanente del Jewish Museum di New York). Dopo aver lasciato i disordini civili e i pogrom della Lituania, Barukh Griegst visse a Parigi, Berlino e Dresda prima di emigrare in Danimarca nel 1902 e stabilirsi a Copenhagen.

“Quando mio padre era un bambino”, racconta Noam Griegst, “i tedeschi invasero la Danimarca nel 1940. Lui e la sua famiglia fuggirono in barca verso la neutrale Svezia. L’aspro viaggio in mare gli instillò un’avversione per l’oceano che durò tutta la vita, eppure lui ritrae il movimento dell’acqua in modo così perfetto nei suoi anelli Wave e nella sua brocca d’argento Wave, che sebbene non abbia un manico, presenta superfici concave e ondulate che permettono una presa perfetta”. (Nel 2000, il 62enne Griegst ha vinto il concorso anonimo “Silver on the Edge” della Copenhagen Goldsmiths’ Guild per questo design scultoreo e altamente funzionale. Fondata nel 1429, la corporazione degli orafi di Copenhagen è una delle più antiche corporazioni documentate al mondo).

Dal 1973, la collezione Spiral di bracciali, anelli, orecchini e collane Griegst, scorre in vari oro 18 carati, oltre le forme barocche tratte dalla natura. Quando ha debuttato, questi gioielli sensualmente scolpiti in gender-fluid superavano di gran lunga la curva culturale: sia gli uomini che le donne li indossavano come distintivi d’onore bohémien. “Durante tutta la sua vita, mio padre era ossessionato dal potere degli elementi naturali e dai misteri del cosmo. I simboli a spirale erano i motivi preferiti per esprimere questa ossessione”, ha spiegato Noam Griegst in una videochiamata su WhatsApp , mentre offriva il suo scintillante braccialetto Spiral da esaminare. L’artista danese Arje Griegst con la zuppiera Triton di Royal Copenhagen e il candelabro di bronzo.

Lo scrittore ha azzardato che i gioielli Spiral sono ricordi poetici che, poiché il nostro pianeta è situato all’interno di una galassia a spirale, e l’oro è arrivato sulla Terra attraverso massicci bombardamenti di meteoriti, la collezione Spiral racconta una storia elementare. Griegst ha poi detto con una risata che i pezzi d’oro della collezione Cosmic, tempestata di diamanti, sono caratterizzati da texture aspramente craterizzate di meteoriti che hanno esploso nello spazio. “Mio padre era impressionato dai materiali e dai movimenti delle forme di vita e degli eventi cosmici”. Spettacolari piogge di meteoriti e comete, che sono avanzi congelati della formazione del sistema solare composti da polvere, roccia e ghiaccio, sono alcune delle ispirazioni dietro i disegni di Griegst.

Parliamo di un suo punto forte… Fantasticamente fluido nella forma, il sensuale 18 carati : Prima di rilanciare la casa fondata da suo padre nel 1963, Noam Griegst ha seguito alcuni corsi di gioielleria al banco per affinare le sue capacità. “Ho preso lezioni di intaglio della cera”, ha ricordato, “e ho sviluppato la mia tecnica con l’obiettivo di essere in grado di completare alcuni dei prototipi di mio padre che erano rimasti incompiuti. Ho anche creato alcuni miei disegni che sono prodotti in edizioni estremamente limitate”. Ne sono un esempio i vorticosi portatovaglioli a spirale in argento sterling. Fedeli all’ethos del design di Arje, questi gioielli per la tavola da pranzo sembrano sculture vorticose provenienti da un regno mitologico. Il valore intrinseco del design, del materiale, dell’artigianato e del patrimonio di questi portatovaglioli a spirale, che possono anche servire come oggetti d’arte quando sono fuori servizio a tavola, li rende collezionabili. Questi possono anche essere tramandati come cimeli attraverso le generazioni e hanno un prezzo di circa 800 dollari per portatovaglioli.

Tra gli altri pezzi creati da Noam ci sono gli orecchini tempestati di diamanti della collezione Cosmic, elegantemente craterizzati . Pieno di archi aggraziati e spazio negativo, questo design di orecchini completa gli anelli Cosmic creati da suo padre decenni fa. Anche se non ha ancora disegnato un diadema dorato a fiori come fece suo padre nel 1976 per la regina Margrethe II di Danimarca, “non vedo l’ora di disegnare diademi per matrimoni o altre celebrazioni”, ribatte Noam. (Il diadema di papaveri della regina consiste in otto papaveri dorati staccabili, all’interno di ogni fiore ci sono diamanti e perle che rappresentano gli stami e i pistilli). Un candelabro di bronzo a forma di albero di Arjet Griegst Arte scultorea e meravigliosamente funzionale.

Anche se Arje Griegst era ancora un giovane uomo quando regnava lo stile modernista scandinavo della metà del secolo, ha prodotto alcuni pezzi che hanno incarnato quei valori di design, “Si può vedere nei suoi gioielli degli anni ’50 che era già spinto a manifestare la sua immaginazione e a creare il suo proprio linguaggio di design”, ha detto Noam. “In questo senso era sia un artista raffinato che un artista applicato, facendo da ponte tra questi due mondi”. In ultima analisi, etichettare Arje Griegst è meno importante che sperimentare e apprezzare i suoi gioielli singolarmente sensuali e altre creazioni. Che indossiate i bijoux Griegst in oro 18 carati, che illuminiate il vostro spazio con i suoi candelabri in bronzo, che adorniate la vostra tavola con i suoi vassoi in argento, o che ceniate con i suoi piatti e le sue posate d’argento, state affermando il potere della visione artistica di Griegst e le sue belle e intrinseche manifestazioni di valore.

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: